Grazie all’Associazione marittimi Argentario tra le più importati d’Italia con oltre 400 soci, donne e uomini, tanti comandanti e direttori di macchina, i rappresentanti dei cantieri navali, associazioni, operatori, imprese e gente di mare del Promontorio argentarino si sono incontrati nell’annuale festoso conviviale natalizio all’ Albergo Residence Veliero del lido della Giannella, una location con un il nome della storia della nautica. Presente con consorte il “decano” dei comandanti di superyacht Erebo Pinchera, ricordato da un noto giornalista del Corriere della Sera come il “comandate Hollywood” per aver portato per mare tante celebrità del cinema mondiale e Alfredo Alocci capomarinai dei tanti yacht di Gianni Agnelli.

L’ Associazione Marittimi Argentario ha quasi tre lustri, nasce nel 2006 tra i lavoratori Marittimi che operano nel Diporto e nella Marineria Mercantile. Presieduta dal direttore di macchina Massimo Costanzo si propone di sviluppare tutte le attività e le iniziative atte a contribuire all’elevazione morale, materiale, culturale e professionale degli associati, al fine di garantire agli stessi piena occupazione, costituire un punto di aggregazione e di informazione per gli associati. Durante l’evento è stata comunicata tutta l’attività svolta dall’AMA con le varie, le tante conferenze e incontri riguardanti aspetti tecnici, normativi e pratici di lavoro marittimo e altri sulla logistica e cucina di bordo in sede e presso istituti scolasti territoriali, le convenzioni con i centri di formazione IMAT di Napoli e il centro di Anzio per i corsi obbligatori usufruiti da circa 200 soci a costi più favorevoli, l’assistenza e ricerca di lavoro per i marittimi. Nel prossimo anno sarà finanziata una borsa di studio per una o uno studente meritevole dell’Istituto Nautico di Porto Santo Stefano, destinata al pagamento di detti corsi dopo la maturità scolastica per lo svolgimento della professione in mare. Sono stati ricordati e ringraziati i tanti sostenitori dell’AMA, riportati nelle palle natalizie del bellissimo albero nel manifesto ufficiale della manifestazione, tra cui ARTEMARE Club, infine un lungo applauso ha salutato i comandanti e i direttori di macchina che nel 2019 hanno lasciato gli ormeggi terrestri per navigare in cielo, comandante Armando Perillo, direttore di macchina Simone Fanciulli, comandante Amedeo Berogna, comandante Umberto Rovetta e il Tenente di Vascello Pierfancesco Dalle Luche.

Durante la serata, magistralmente gestita dai soci Alessandro Galeani e Mario Ballini, non sono mancate le prove culinarie da chef di bordo vinte dai comandanti Omar Solari e Luciano Costanzo, giudicate dal una competente commissione composta da pari donne e uomini, tra cui la signora Enza Gregoracci moglie del noto titolare del “Veliero”, poi lotteria e giochi e tanta musica, con un dinner di tante portate di pesce veramente fresco. Dulcis in fundo, è risaputo che i marinai e le marinaie hanno un cuore d’oro infatti parte dell’incasso dell’evento verrà devoluto in beneficenza.