Charter alle Baleari, cuore del Mediterraneo

Le Isole Baleari, al centro del Mediterraneo, sono meta nautica ideale tutto l’anno, con un clima asciutto e temperato durante tutto il periodo

CUORE DEL MEDITERRANEO

Baleari

Certamente la stagione più indicata per la navigazione va da maggio a settembre, ma quest’arcipelago, caratterizzato da una natura selvaggia e da un’effervescente vita notturna, rimane tutto l’anno l’ideale meta per gli amanti della vela: a calme piatte con regime di brezza possono susseguirsi colpi di divertente maestrale. Di norma la brezza regala 8-9 ore di buon vento, seguito da una notte calma che rende le baie dolci come laghi. I giorni di pioggia sono una novantina all’anno, particolarmente tra febbraio e aprile, ma sono quasi sempre violenti rovesci, poi, subito dopo, il sole risplende di nuovo.

Maiorca, insieme a Ibiza, Minorca e Formentera fanno parte di questo arcipelago spagnolo, un vero paradiso per l’appassionato nautico, che può sia raggiungere l’arcipelago navigando, o trovare una serie infinita di imbarcazioni a disposizione sulle isole, facilmente raggiungibili con traghetti ed aerei di linea.

Maiorca è la più grande del gruppo, ha un aspetto montuoso con le coste alte a picco sul mare, mentre nella parte est e sud-est i suoi rilievi si addolciscono scendendo verso il mare. L’approdo principale si trova a Palma, dove esistono anche due importanti strutture private, il Club de Mar e il Real Club Nautico, che vantano oltre 2000 posti barca perfettamente attrezzati, numerosi dei quali riservati alle imbarcazioni di passaggio. Il porto di Palma si trova all’estremo nord-est della Bahia di Palma, racchiusa tra Cabo Blanco e Cala Figuera; è protetto a sud da una lunga diga foranea e a nord dalla massiccia Diga di Levante.

A Palma sono ubicate le maggiori agenzie di noleggio e quindi da qui prendono il via le crociere, facendo magari prima un giro dell’isola in macchina che, nella parte occidentale racchiude un volto inedito, con aranceti alla base di una zona verde e montagnosa, sovrastata dai 1.400 metri del Puig Maior con le sue scogliere a picco sul mare. Se si fa il giro dell’isola in barca, numerosi sono gli approdi e le baie in cui fermarsi. A nord, c’è Cap de Formentor, dove a guardia del mare c’é solo un faro e si stendono le spiagge di sabbia bianca: Cala Figuera e Cala Murta, sovrastate da alti dirupi. Da non mancare, sulla costa a nord- est, altre splendide spiagge, come Cala Agulla, tra Alcudia e Cala Ratjada.

Baleari Gli itinerari nautici sono praticamente infiniti. Il più consueto è quello che, partendo da Palma, tocca Formentera, la più piccola delle Baleari, in gran parte pianeggiante poiché raggiunge la sua massima elevazione con una collina di 192 metri. L’approdo, sempre affollato, si trova a Cala Sabina sulla costa nord nord-ovest dell’isola, dove i diportisti di passaggio possono ormeggiare o all’esterno del molo sud o presso i pontili del club nautico. Se non si trova posto, come spesso accade, bisogna accontentarsi di un ancoraggio nella Playa Isletas. Da Formentera, con una brevissima navigazione si raggiunge Ibiza, detta la “isla blanca”, per la calce delle sue costruzioni e soprattutto delle sue chiese. Da sempre meta degli amanti del sole, Ibiza è ora la patria dei nottambuli, che animano le strade fino al mattino. Nella parte centrale, la cui planimetria è rimasta inalterata dal tempo dei cartaginesi, si trovano alberghi e ristoranti tipici, mentre la parte moderna, intorno al porto, è la zona della vita notturna, dove si raccoglie la più bella gioventù mediterranea. Pianeggiante, con monte San José di quasi 500 metri di altezza, vale la pena di esser visitata, specie nella sua parte a sud-ovest, dove si apre la famosa Cala Conta, vicino alla quale si tagliano i faraglioni di Es Vedrà e Es Vedranell. La capitale ha un porto moderno e ben attrezzato, all’interno del quale vi sono tre approdi turistici che, da est verso ovest, sono nell’ordine i seguenti: Marina Botafoch, Ibiza Nueva e Club Nautico Ibiza, dove le imbarcazioni di passaggio possono trovare ospitalità.

La più adatta a una vacanza velica è però forse proprio Minorca, riconoscibile dal largo (25/30 M) per una caratteristica altura a forma di cono, chiamata Monte Moro (m 358). L’isola è esposta ai temporali da nord e nord-est che spesso si manifestano nel Golfo del Leone ed è anche aperta ai venti provenienti da nord-ovest, ma i suoi porti e i suoi ancoraggi offrono sicuro riparo da tutti i venti. Abbastanza piccola da poter essere circumnavigata in un tempo limitato, offre in tutte le direzioni un porto accogliente e più spiagge di tutte le altre isole messe insieme, sicuramente meno frequentate dal turismo di massa. In barca si possono esplorare un’infinità di spiaggette e piccole baie accessibili solo via mare e quindi particolarmente attraenti e tranquille. Vanta un’acqua limpida e cristallina ed è una delle rare ad essere ricca di acqua dolce e, conseguentemente, di vegetazione e di vivaci colori in tutte le stagioni.

Minorca è stata abitata fin dall’età del bronzo, come testimoniano i ricchi reperti archeologici, e per il turista è tutta da scoprire, con le sue cittadine e i suoi tipici paesi, che offrono testimonianze affascinanti di tradizioni, stili architettonici e arte dei popoli. L’approdo principale dell’isola, dotato di tutti i servizi, è a Ciudadela: è situato in fondo una stretta insenatura larga all’ingresso circa 200 metri e che si protende verso l’interno per 1.200 metri. A Mahon c’è il più grande porto naturale del Mediterraneo, con un fiordo di sei chilometri e largo uno, con tre isolette all’interno e con, nella parte più profonda, la cittadina con l’accogliente circolo velico. A nord c’é invece il porto di Fornells, ma tutta la costa dà però la possibilità di fermarsi in cale ben riparate, utilizzabili in situazioni meteorologiche non perturbate.

Un vero paradiso nautico, quindi, queste Baleari, in cui non guasta la predisposizione alla gustosa cucina tipica e la presenza di interessanti reperti archeologici, anche preistorici, che invitano a un’attenta visita all’interno.

Per navigare alle Baleari, l’agenzia Nautica Charter di Torino dispone di una grande flotta di oltre 40 imbarcazioni, fra cui 19 barche a vela da 32 a 50 piedi dei cantieri Bavaria, Dufour, Gib Sea, Jeanneau e Bénéteau per locazione senza equipaggio; 3 catamarani a 4 cabine da 38 a 44 piedi per locazione senza equipaggio; 12 barche a motore, fra cui citiamo un Cranchi Zefiro 34, due Sealine da 37 e 43 piedi, tutta la gamma Fairline Targa dal 30 al 48 e Phantom dal 40 al 46 e due splendidi Sunseeker 44 e 50; 3 imbarcazioni a vela per il noleggio con equipaggio per il luxury charter.

Si possono raggiungere le Baleari anche partendo da Valenza, dove Nautica Charter propone una flotta di catamarani, ottimi anche per seguire la futura America’s Cup (in programma nel 2007), dal più piccolo Athena 38 a tre cabine sino al più grande Nautitech 47 da 10 posti.

L’agenzia 43° Parallelo di Milano, confermando che gli itinerari nautici alle Baleari sono praticamente infiniti, ci suggerisce quello più classico che, passando per Formentera, porta da Palma a Ibiza. La flotta, che comprende una vasta gamma di barche noleggiabili con o senza skipper, include numerosi Oceanis, dal 331 al 43 piedi, alcuni Bavaria (44, 49 e 50 piedi), Lagoon 380 e First 47.7.

Avra Sailing, società del Gruppo Metauro Mare, con il suo sito internet www.avra.net, propone crociere in flottiglia e imbarchi individuali. Sul suo portale si trovano consigli, suggerimenti, last minute e offerte per trasferimenti e regate. A Palma di Maiorca Avra Sailing propone un Oceanis 361 del 2001, con 3 cabine, 1 wc, ideale per 6/8 passeggeri.

Progetto Mare di Milano propone un itinerario base della durata di una settimana che, partendo da Palma, tocca Ibiza, Cabrera, San Antonio, Puerto Cristo, Formentera, Minorca, Ciudadella, Pollensa per fare poi ritorno a Palma. A disposizione dei clienti c’è una vasta flotta che comprende tutta la gamma Sun Odyssey dal 35 piedi al 49, tutti di recentissima costruzione (2003 o 2004), un Bavaria 49, un Dufour 50 e un’interessante flotta di catamarani che comprende l’Athena 38, il Lavezzi 40, il Belize 43 e il Bahia 46.

Feram Yachting, tour operator specializzato con sede a Milano, offre interessanti crociere a bordo di autentici velieri d’epoca che, mantenuti e modernizzati secondo i più recenti sistemi di sicurezza, costituiscono l’orgoglio di singoli armatori o di istituzioni che si dedicano con passione a mantenerne appieno l’efficienza. Feram Yachting ha scelto i migliori velieri trasformati internamente per offrire una comoda e a volte lussuosa ospitalità. Le manovre delle vele sono affidate a personale esperto al quale si affiancano i turisti più appassionati o sportivi. Ci si potrà dilettare con le manovre a mano o sui pennoni proprio come avveniva un tempo. A Palma di Maiorca, da maggio a fine luglio si può navigare a bordo di “Barabah”, un veliero lungo 38 metri, in grado di ospitare 20 persone in 10 cabine, con 10 docce e 4 bagni, a una tariffa che parte da 505 ad un massimo di 910 euro a settimana per persona. Durante la crociera si ha la possibilità di evitare le affollate spiagge, visitare magnifiche baie sconosciute e dedicarsi al diving e allo snorkelling.

VelamareClub Charter di Milano presso la base di Palma di Maiorca propone a noleggio un Bavaria 49 del 2003, dotato di 5 cabine, 3 wc, ideale per 10 persone, a partire da 7.905 a settimana per aprile e giugno.

L’agenzia West Coast, con sedi a Milano e Siena, propone a noleggio un motoryacht che fa base alle Baleari, molto adatto per lo sfruttamento degli spazi esterni. La barca, che ha subìto recentemente un totale refitting, è particolarmente ben attrezzata con gommone, 2 set per sub e compressore, sci d’acqua e monosci, TV, video, stereo, ampia libreria con videoteca e CD, icemaker, ecc.

L’agenzia Corso’s Charter di Porto Ercole (GR) noleggia imbarcazioni a vela Bénéteau, Oceanis e Bavaria recentissime, con o senza equipaggio, attraverso una compagnia che ha sede a Madrid e base nautica a Palma di Maiorca. I prezzi, relativi al 2003 e non ancora aggiornati in banca dati, variano dai 1.300 a 5.200 euro a settimana, a seconda del periodo e del tipo di imbarcazione.

L’agenzia Rigo Yachts di Roma ci segnala a Palma di Maiorca diverse imbarcazioni a vela di gran lusso, da noleggiare con equipaggio. La prima è il S/Y “Runaway”, lungo 34 metri, costruito da Valdettaro nel 1991 e rimesso a nuovo nel 2000. Imbarcazione di grandi spazi e ottima abitabilità, è ideale per 10 persone in 5 cabine, oltre alla sistemazione indipendente per 6 persone d’equipaggio. Dotato di tutti i comfort, con ponte di poppa ampio e ben attrezzato per pranzi all’aperto, dispone di una Jacuzzi sul ponte di prua. La tariffa è di 48.500 US$ a settimana. Le altre barche sono sempre S/Y: “Libertas” 23,50, revisionato e migliorato nel 2002, offre un’eccellente sistemazione per 6 ospiti più 2 persone d’equipaggio e ha un elevato standard di divertimenti di bordo: windsurf, attrezzatura pesca, jet ski, 2 set per sci nautico, 2 set per sub con compressore, ecc. Il prezzo è di 17.500 euro a settimana per luglio e agosto. Le altre due barche disponibili alle Baleari sono un RPD 20 metri (13.500 a settimana luglio/agosto) e uno Scorpio 72′ (22 metri) con 4 cabine con bagno en suite, noleggiabile con 3 persone d’equipaggio a 16.900 euro a settimana, luglio/agosto.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.