promozione_pagine_azzurre

Charter alle Egadi, bellezza incontaminata

Tappa obbligatoria per chi naviga in Sicilia, le Egadi sono mare e terre da scoprire e nel 2005 anche splendido scenario delle regate di Coppa America

BELLEZZA INCONTAMINATA

Isole Egadi

Si sa che gli italiani sono particolarmente esterofili e spesso compiono lunghi viaggi per scoprire località bellissime, quando invece ne hanno di altrettanto eccezionali a portata di mano. Una di queste è sicuramente l’arcipelago delle Egadi, ad ovest della Sicilia, a poche miglia da Trapani, che comprende le isole Favignana, la maggiore, Levanzo e Marettimo e gli isolotti di Formica e Maraone. Sono isole tutte da scoprire, che affascinano per la bellezza della natura, per la solarità dei paesi e dei porticcioli e per la ricca storia di civiltà antiche che si avverte ovunque. Il vento costante e la naturale bellezza delle isole sono palcoscenico ideale sia per la crociera che per la vela agonistica.

Isole Egadi

Il periodo migliore per visitare questo splendido arcipelago potrebbe essere quello compreso fra maggio e giugno, per assistere, guidati dagli stessi tonnaroti, allo svolgimento della mattanza dei tonni, principale attività tradizionale dell’isola di Favignana. Ma, naturalmente, anche da luglio a ottobre vi si possono godere appieno le bellezze naturali, il mare caldo, cristallino e incontaminato.

Ma quest’anno 2005, c’è un evento eccezionale, che costituirà un motivo in più per recarsi alle Egadi: a Trapani si svolgeranno infatti le regate della Louis Vuitton Acts 8 e 9, che inizieranno il 29 settembre con le prove di flotta e il 7 ottobre con le prove di match race. Così anche gli italiani appassionati di vela potranno vedere in acqua tutti i 12 team partecipanti alla 32a America’s Cup, assistere e apprezzare con i propri occhi alle spettacolari regate, in uno scenario particolarmente bello come quello dell’Arcipelago delle Isole Egadi.

Navigando da nord, l’isola che si incontra per prima è anche la più piccola: Levanzo, che dista poche miglia da Trapani. L’approdo, che si trova a Cala Dogana, dove c’è l’unico piccolo centro abitato dell’isola, è costituito da un molo a gomito di 80 metri con adiacente una piccola banchina; di fronte, nella zona est della cala, c’è un pennello in muratura utilizzato dagli aliscafi e dalle navi traghetto di linea. Il porto è piccolo, con fondali minimi di 1,60 metri e può ospitare imbarcazioni solo fino a 10 metri di lunghezza; il suo ingresso è difficoltoso con vento da libeccio. Famosa è la grotta del Genovese, le cui figure e graffiti testimoniano la presenza dell’uomo sull’isola risalente a più di 10.000 anni fa, e che ha dato all’isola e al suo arcipelago una fama internazionale.

Da Levanzo, navigando verso sud, si incontra la più grande delle Egadi, l’isola di Favignana, distante 9,7 miglia da Trapani, che offre spiagge bianchissime e coste rocciose, percorsa da nord a sud da una dorsale collinosa, chiamata Montagna Grossa. Due i fari che segnalano l’isola: uno all’estremità est su Punta Sottile e l’altro a ovest su Punta Fanfalo. Il porto principale di Favignana è quello a Cala Principale, di forma circolare, aperto a N e a NW; dalla sua estremità orientale si diparte verso NW un molo di sopraflutto, banchinato internamente, dove attraccano i traghetti. Le imbarcazioni da diporto possono ormeggiare alla banchina Piazzale Marina, mentre nella parte interna del molo principale è sistemato un pontile gestito dal Circolo Nautico Favignana. In banchina a Favignana si trova il distributore di carburante.

Nel porto si può ammirare lo storico Stabilimento della Tonnara Florio, che costituì per la popolazione un’importante fonte di ricchezza. Una vera curiosità e bellezza della zona sono le cave di tufo, famose per la pietra da costruzione che vi si estrae e che è detta appunto “Favignana”. Da vedere sono le profonde e antiche grotte marine, scavate appunto nel tufo, raggiungibili con le piccole barche, dove si notano ancora i segni delle lunghe seghe manuali, adoperate per estrarre i bianchissimi blocchi di tufo. Segnaliamo in particolare Cala Rossa, Cala Azzurra, Grotta Perciata, Cala Rotonda e la Grotta del Bue marino anticamente abitata dalla foca monaca, frequentatrice di questi luoghi prima di essere sterminata. L’altro approdo dell’isola di Favignana si trova sulla costa sud, a NNW di Punta Longa: si tratta di un riparo naturale per piccole imbarcazioni, costituito da una scogliera banchinata lunga circa 50 metri e da una banchina di 30 metri, molto affollato nella stagione estiva. Caratteristica dell’approdo di Punta Longa è Palazzo Florio, costruito in stile Liberty dalla famiglia di imprenditori palermitani che, nella seconda metà dell’800, acquistò tutto l’arcipelago delle Egadi. Fu quella l’epoca del maggior potenziamento della tonnara, ancora oggi in funzione.

La terza isola è Marettimo, che si trova alla medesima distanza sia da Trapani che da Marsala. È un pezzo di dolomite gettato nelle acque cristalline del mare siciliano, una roccia che è solcata fino al mare dalle barranche, le impervie gole rocciose che si alternano ai torrioni di pietra. La cima più alta è il Monte Falcone (686 metri), che costituisce il punto cospicuo più evidente di tutte le Egadi. Lungo la costa si incontrano una serie di splendide grotte con stalattiti e dai colori insuperabili: la Grotta del Presepio, la Perciata, quella della Bombarda. Il porto di Marettimo si trova nella parte nord-orientale dell’isola ed è composto da due porticcioli: lo Scalo Vecchio a nord e lo Scalo Nuovo a sud. Quest’ultimo, che è il maggiore, dove approdano anche traghetti e aliscafi, ha un’area riservata al diporto: si tratta della banchina Scalo Nuovo a cui si aggiunge, nel periodo estivo, un pontile galleggiante gestito da privati. Lo Scalo Vecchio, invece, è riservato ai piccoli natanti.

Le isole Egadi fanno parte della Riserva Naturale Marina protetta delle isole Egadi, gestita dalla Capitaneria di Porto di Trapani. La zona protetta comprende tutte le coste delle Egadi. La zona “A”, con divieto assoluto di navigazione, interessa il versante occidentale di Marettimo e le acque circostanti l’isola di Maraone. Nella zona “B”, che comprende l’isolotto di Formica, la costa occidentale di Levanzo, quella settentrionale e meridionale di Marettimo e Punta Faraglione a Favignana, sono consentite la balneazione e la navigazione a 500 metri dalla costa ai soli natanti adibiti alle visite guidate. Infine, nella zona “C” la navigazione è libera, ma vige un’ordinanza dell’Autorità marittima che consente l’ancoraggio solo oltre 300 metri dalla costa a Cala Rossa e a Lido Burrone a Favignana, e a Cala Minnola a Levanzo. Per ulteriori informazioni sulla normativa che regola il parco marino rivolgersi alla Capitaneria di Trapani telefonando allo 0923-28900.

La Feram Yachting di Milano propone a noleggio alle Egadi “Fantasia”, un Gibert Marine 442 di 14 metri con 4 comode cabine doppie con armadi, 3 bagni e un ampio e comodo salone che può ospitare fino a 10 persone. È una barca sicura e veloce per lunghe traversate, armata a cutter, ben attrezzata con randa steccata full- batten con lazy-bag e tendalino, genoa avvolgibile, trinchetta, gennaker con calza, bimini top, cappottina e tavolo in pozzetto, tender con fuoribordo da 4 HP. Lo skipper è Fabrizio, che da anni fa charter nel Mediterraneo insieme con Annalisa, gradevole hostess e ottima cuoca di cucina arabo-mediterranea. Con la crociera proposta da Feram Yachting, partendo dal caratteristico porto di San Vito Lo Capo, con 4 ore di navigazione con direzione sud-ovest, si raggiunge l’isola di Levanzo, piccola e selvaggia. Emozionante la visita alla Grotta del Genovese, dove si ammirano graffiti e dipinti preistorici. Indimenticabili i profumi della macchia mediterranea e i fondali cristallini di Cala Tramontana, Cala Minnola con la sua pineta verdeggiante e Cala Fridda vicina al piccolo paese di pescatori. Per raggiungere l’isola di Favignana, partendo da Levanzo, è necessaria appena una ora di navigazione a vela. La prima sosta consigliata è a Cala Rossa, ottimo ridosso dai venti meridionali, la più grande fra tutte le Cale, dove si combattè la battaglia delle Egadi tra Romani e Cartaginesi. Continuando per il periplo dell’isola si incontra il Bue Marino che, con le sue antiche cave di tufo a strapiombo sul mare, rende il paesaggio del tutto insolito. E ancora si susseguono Cala Azzurra o Cala delle Pietre Cadenti, ottimo ridosso dai venti nord-occidentali; il Preveto dove affiorano piccole isolette ricche di fauna marina; Cala Rotonda, dall’acqua cristallina, prende il nome dalla sua forma.

L’Arawak Sailing Club con sede a Trieste organizza crociere alle Isole Egadi, partendo dalle basi nautiche di Palermo o Vibo Valentia, sul catamarano Athena 38 del 2002. La flotta, in partenza dal porticciolo di San Vito Lo Capo, è quanto mai ricca e variegata: Oceanis 331, 411, 461, Sun Odyssey 37, Bavaria 37.

L’agenzia Viacolvento Charter con ufficio a Fermo (AP) propone due prestigiosi motoryacht ideali per splendide crociere in Sicilia, Isole Egadi e Isole Eolie. “Des Anges” è un Sarnico 58 del 2004 potente e veloce che può imbarcare a Palermo o in altri porti siciliani. Gli interni sono arredati lussuosamente con il sapiente accostamento di legni esotici, di lacche e di preziose tappezzerie. La dinette è centrale con salotto e cucina sistemati sulle opposte fiancate. Il layout prevede una grande cabina armatoriale a prua con due armadi e zona beauty, due cabine doppie per gli ospiti, di cui una a centro barca e una, più riservata, a poppa della sala macchine, tutte dotate di servizio en suite. “Des Anges” è dotato della più moderna strumentazione di bordo e di tutti i comfort, generatore, aria condizionata, impianto stereo con CD, lavastoviglie, 3 frigoriferi e freezer, piastra elettrica pozzetto, TV a cristalli liquidi, dissalatore da 220 litri/h, tender di 3,20 metri con fuoribordo da 15 HP. L’equipaggio è composto dal comandante per la conduzione della barca e la pulizia delle parti comuni, hostess o secondo su richiesta. “Sir Francisco” è invece un motor yacht di 16 metri. All’interno il salone, sviluppato su due livelli, è composto da una zona pranzo grande e da una zona più piccola composta da un piccolo tavolo rettangolare e divano ad “L”. La zona notte è caratterizzata da 3 cabine di cui una armatoriale con letto matrimoniale sopraelevato, con servizio en suite, TV e stereo e le due cabine ospiti con letti separati anch’esse con servizio en suite, TV e stereo. Lo yacht è dotato di tutta la più moderna strumentazione, generatore, SSB, stereo CD, TV, VHS, aria condizionata, fax, lavatrice, cucina completa con fuochi e piastra, forno, frigorifero, icemaker, lavastoviglie, impianto di aspirazione.

La Fuga Sail, nota società siciliana di charter nautico, ha le proprie basi a San Vito Lo Capo e Trapani, proprio nel capoluogo siciliano che la AC Management, società che organizzerà la Coppa America 2007 a Valencia, ha scelto per gli Act 8 e 9 della Louis Vuitton Cup. Le Egadi sono mete principali per La Fuga Sail, che organizza escursioni giornaliere, locazioni settimanali con o senza skipper e imbarchi individuali a partire da 560,00 Euro a persona e a settimana, incluso skipper ed extra, a bordo della propria flotta composta da imbarcazioni a vela Jeanneau Sun Odyssey 32, 37, 40, 43, barche a motore e gommoni d’altura, tutte imbarcazioni superaccessoriate che godono di un servizio di assistenza anche in mare. La Fuga Sail consiglia di proseguire la crociera alle Egadi facendo rotta verso San Vito lo Capo, dove è possibile godere della lunghissima spiaggia bianca, mentre a settembre l’evento da non perdere è la Cous Cous Fest, rassegna enogastronomia che coinvolge tutti i paesi del Mediterraneo, dalla Francia alla Tunisia. In occasione di tale evento, La Fuga Sail organizza escursioni guidate e imbarchi in flottiglia.

La Atlantis Yachting, con ufficio a Palermo, è presente sul mercato con una flotta a catalogo di 14 barche in tre basi operative (Palermo, Portorosa e Trapani). Con anni di esperienza di navigazione lungo le coste e le isole siciliane e di preparazione di barche, Maurizio D’Amico noleggia solo barche di proprietà o sotto la propria diretta gestione. I modelli disponibili sono numerosi: sia monoscafi, Bavaria 50, First 47.7, Oceanis 473, numerosi Sun Odyssey (dal 32 al 45.2), sia catamarani. Tutte le imbarcazioni sono dotate di particolari accessori e optional: tutti i motori sono stati scelti maggiorati per garantire la massima potenza a bassi regimi, lo standard prevede radio con lettore CD per tutte le barche, tender grandi da 3 metri, forno a microonde su alcuni modelli, generatore a 220 V e dissalatore sul catamarano, docce supplementari sul Bavaria 50, tre bagni sull’Oceanis 473. Fra i catamarani proposti segnaliamo il Lagoon 410, uno dei modelli di maggiore successo del cantiere. Abbastanza grande da potere ospitare 10 persone ma di lunghezza e larghezza contenute, permette un agevole controllo anche da parte di equipaggi ridotti.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.