Finisce l’Avventura di Mascalzone Latino

Auckland, 2 novembre 2002 Con un vento da Ovest 15-18 nodi, si concludono le regate del Gruppo 9. Mascalzone Latino perde contro Le De’fi AREVA e lascia che la Francia si qualifichi nei quarti di finale. Con due vittorie nella giornata di sabato, Alinghi mantiene la prima posizione in classifica e potrà scegliere contro chi correre. Grazie alla vittoria svizzera su GBR Challenge, la Svezia conquista il quinto posto e la possibilità di scegliere l’avversario per il secondo gruppo. Mentre il secondo team italiano lascia la Louis Vuitton Cup, Luna Rossa perde contro OneWorld. ROUND ROBIN 2 GRUPPO 9 LE DEFI (FRA-69) BATTE MASCALZONE LATINO (ITA-72) DELTA 01:10 Finisce per un minuto e dieci secondi, il sogno del Mascalzone Latino. La vittoria di Le De’fi, secondo il Regolamento è quella che conta, in caso di parità e Mascalzone Latino non ha, comunque più regate da disputare, per migliorare la sua posizione. Mascalzone Latino difende la sinistra e riesce a partire in boa, mentre i francesi virano e partono in barca. Gli italiani sono leggermente in vantaggio ma, grazie a un deciso salto di vento sulla destra, Le Defi si porta in testa. In un lungo bordo di bolina il distacco aumenta, forse per una diversa velocità delle barche e, alla prima boa, il delta è di 28″. Nonostante le numerose strambate e l’agguerrito tacking duel di 16 virate, in cui Mascalzone Latino tenta di conquistare la leadership, i francesi di Le De’fi interpretano al meglio i salti di vento e mantengono la posizione conquistata, vincendo con 1 minuto e 10 secondi di vantaggio. Finisce cosi’ l’avventura italiana di Mascalzone Latino e Le Defi conquista un posto ai quarti di finale. ONEWORLD (USA-67) BATTE LUNA ROSSA (ITA-74) DELTA 00:54 Nonostante la pre-partenza aggressiva con una strambata di OneWorld, al limite della penalizzazione, la regata non ha poi mostrato altri spunti emozionanti. Spithill parte in boa mure a dritta e sottovento a Davis, che è costretto a virare. De Angelis vira subito dopo e le barche proseguono pari per un lungo tratto mure a dritta. OneWorld si allunga leggermente su Luna Rossa e conquista il lato destro, girando la prima boa con 22 secondi di vantaggio. Nel corso della prima poppa, Luna Rossa stramba per prima, mentre USA 67 prosegue verso sinistra. Al giro di boa, l’equipaggio di Luna Rossa ha dei problemi con il fiocco ed è costretta a navigare per i primi metri della bolina con la sola randa. Il distacco aumenta a 1 minuto e 11 secondi, alla boa successiva. Nonostante l’ottimo lavoro del pozzetto italiano, Luna Rossa non è riuscita a recuperare abbastanza per ribaltare la regata e ha perso con un distacco di 54 secondi. ALINGHI (SUI-64) BATTE ORM (SWE-73) DELTA 00:29 Russell Coutts cerca di tenere Bank fuori dalla linea per quasi due minuti. Lo skipper svedese, pero’, riesce a liberarsi dal controllo svizzero, strambando vicino alla barca comitato. Le barche si ritrovano mure a dritta, con Coutts sopravvento e costretto alla virata, a 20 secondi dalla partenza. Le barche tagliano pari con Orm sopravvento, mure a sinistra. Soltanto quattro virate in una prima bolina senza emozioni, che ha visto Alinghi raccogliere tutti i salti di vento e prendere subito il comando. Difficile il recupero di Orm, dato che Coutts e Butterworth non hanno mai lasciato uno spiraglio aperto a qualsiasi rimonta svedese. La regata termina quando Alinghi taglia la linea con 29 secondi di vantaggio. USA-76 BATTE WIGHT LIGHTNING (GBR-70) DELTA 02:00 La regata tra Oracle BMW Racing (USA-76) e Wight Lightning (GBR-70) ha avuto una combattuta fase di pre-partenza che è stata decisive per la regata. Andy Beadsworth si è trovato davanti un “cattivissimo” Peter Holmberg, che lo ha costretto a una virata azzardata, facendogli prendere una penalità. A qualche secondo dalla partenza, Holmberg ha spinto e trattenuto Wight Lightning a lungo oltre la linea e ambedue le barche sono partite in netto ritardo. Ma Oracle BMW Racing non ha risentito di questo start tardivo e si è immediatamente allungata sulla barca avversaria, guadagnando un distacco di 55 secondi. Il danno è stato invece irrecuperabile per GBR Challenge e Ian Walker si è dovuto accontentare di seguire la barca leader sino alla fine. Subito dopo aver pagato la penalizzazione, Wight Lightning ha tagliato la linea con 2 minuti di ritardo. ROUND ROBIN 2 GRUPPO 5 ORM (SWE-73) contro USA-76 non disputata Oracle BMW Racing è stata autorizzata a non disputare la regata pomeridiana contro Orm, a causa di un’avaria avvenuta durante la regata contro GBR Challenge. ONEWORLD (USA-67) BATTE STARS & STRIPES (USA-66) DELTA 01:19 La regata si è conclusa prima ancora di iniziare, quando, in pre-partenza, Stars & Stripes si è presentata molto lenta e vulnerabile agli attacchi di OneWorld. Spithill ha condotto le manovre come preferiva, portando Ken Read alla penalizzazione per una virata sbagliata. Da quel momento in poi, non c’e’ stata alcuna possibilità di recupero per il Team Dennis Conner, che ha potuto soltanto seguire Gilmour. La speranza che l’equipaggio di Seattle concedesse l’errore era molto remota e infatti non è accaduta. OneWorld vince la regata con 1 minuto e 19 secondi di vantaggio. ALINGHI (SUI-64) BATTE WIGHT LIGHTNING (GBR-70) 01:26 Data la ‘scalatà in classifica di Oracle BMW Racing era importante che Alinghi conservasse il primo posto nel tabellone. Il team inglese, invece lottava per il quinto posto, sempre per poter scegliere il proprio rivale, nei Quarti di Finale. La fase di pre-partenza lasciava prevedere una regata più aggressiva, che poi non si è verificata. Andy Beadsworth e Russell Coutts hanno battagliato fino allo start, scegliendo, poi, lati opposti della linea. Alinghi sceglie la boa e Wight Lightning la barca comitato. Coutts naviga sempre più veloce e più stretto al vento e gira la prima boa con 38 secondi di vantaggio. Il distacco aumenta ancora alla boa di poppa, nonostante un problema alla stecca della randa svizzera. Il distacco tra le due barche è tale da non preoccupare minimamente Coutts, che naviga in maniera più conservativa per non strappare la vela. Il risultato è una vittoria per Alinghi e il sesto posto per GBR Challenge.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.