Concluse le trasferte a Napoli e a La Spezia dei timonieri Optimist della Scuola Vela Mankin

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice
Il cadetto Manuel Scacciati, dopo un ottimo secondo posto di giornata, è quindicesimo assoluto (su 51).
Buoni anche i risultati della squadra Optimist al Befana Day di La Spezia. 
 
Viareggio. Si è conclusa positivamente la trasferta dei giovani timonieri della Scuola Vela Valentin Mankin che, regatando nelle acque di La Spezia e di Napoli, hanno ufficialmente aperto la stagione agonistica 2018 della Classe Optimist. Dopo aver partecipato (dal 3 al 5 gennaio) insieme ad altri sessanta timonieri della I e II Zona Fiv (Liguria, Toscana e Umbria) al Raduno Gaz (Gruppo agonistico zonale) e al 1° Befana clinic (il raduno tecnico di allenamento con lezioni a terra e uscite in mare curato dalla Società Vela La Spezia e dal direttore sportivo Marcello Paesani), il Cadetto Federico Querzolo e lo Juniores Tommaso Barbuti hanno concluso il XXIII Befana Day al sesto posto delle loro categorie. Da segnalare anche il 7° di Federico Lunardi, il 9° di Adalberto Parra e il 17° di Margherita Pezzella (seguono negli Juniores 37 Chiara Mori, 42 Alessandro Mattiello, 43 Adele Ferrarini, 47 Francesco Rosi e 49 Alessia Alfano) mentre nei Cadetti il 18° posto di Samuele Bonifazi, il 20° di Matteo Graziani e il 23° di Leo Bisio. Marco Castellano ed Emma Maltese, già iscritti, hanno dovuto rinunciare perché influenzati. Al Befana day, tradizionale appuntamento zonale ben organizzato all’interno della diga foranea del Golfo della Spezia, hanno partecipato complessivamente 80 Juniores e Cadetti. A causa delle condizioni meteo molto variabili con vento da sud est è stato possibile disputare solo una delle tre regate in programma. Il Comitato di Regata è stato presieduto da Alessandra Virdis, coadiuvato da Riccardo Incerti e Lorenza Reisoli. Per la cronaca il Befana Day 2018 è stato vinto dal carrarino Niccolò Galimberti seguito dallo spezzino Francesco Barboni e dal genovese Gabriele Venturino. Prima nel femminile la spezzina Niamh Ross. Per i Cadetti, invece, il Trofeo Marina del Canaletto e il premio per la prima femminile è andato a Martina Mulone (CN Ilva) seguita da Emanuele Puccinelli (CdV Grosseto) e da Alessandro Baldi (CN Quercianella). Dopo la premiazione -durante la quale vengono consegnati regali tecnici e non coppe- si è svolta la tradizionale estrazione a premi per tutti gli iscritti: quello più ambito -il buono per una randa- è andato a Margherita Pezzella.
Negli stessi giorni, Manuel Scacciati, vincitore lo scorso anno del Befana Day nella categoria Cadetti, è stato, invece, impegnato nel Trofeo intitolato a Marcello Campobasso -per lungo tempo presidente della Giuria d’Appello della FIV, considerato ancora oggi uno dei principali artefici della diffusione della vela tra i giovani a Napoli ed in tutta Italia-. Dopo un ottimo secondo posto nella settima ed ultima prova disputata dai 51 cadetti scesi nel suggestivo specchio acqueo antistante il lungomare di Napoli, Manuel, anche se penalizzato da due squalifiche, ha chiuso la sua trasferta partenopea al 15° posto assoluto (18,16,dsq,10,ufd,10,2 i suoi parziali). 
Per la cronaca il XXV Trofeo Campobasso ben organizzato dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia e riservato ai timonieri dai 10 ai 14 anni (220 i timonieri iscritti complessivamente, 70 dei quali provenienti dall’estero) è stato vinto dal campione del mondo Marco Gradoni: il tredicenne romano ha dominato le regate che si sono svolte nell’arco di tre giorni conquistando 4 primi posti nelle sei prove disputate dagli Juniores. Seguono Davide Nuccorini (Cdv Roma) e Marco Genna (Canottieri Marsala). Primo dei napoletani, Pietropaolo Orofino del RYCC Savoia, sesto. Il Trofeo Unicef, destinato ai Cadetti, è stato invece vinto da Federico Sparagna (CNCaposele) che ha dominato sin dalle prime prove. Seguono Giulio Rossi Palazzi (CV Punta Marina) e Alessandro Di Maggio (Cn Torre del Greco). A Sophie Fontanesi (Tognazzi Marine Village) la targa Irene Campobasso destinata alla ragazza meglio classificata tra gli Juniores mentre Melissa Mercuri (Cv Crotone) è prima fra le Cadette. Premiato come concorrente più giovane Davide Sandonà (Nauticlub Castelfusano, 24 dicembre 2008). La targa Laura Rolandi al miglior club è stata vinta dal CN Caposele, mentre la Coppa Branko Stancic al concorrente proveniente da più lontano è andata alle finlandesi Vanessa e Amanda Voutilainen.
Il prossimo appuntamento per i timonieri versiliesi della Scuola Valentin Mankin (tanti e molto motivati in questo inizio di stagione) è fissato per il fine settimana del 27 e 28 gennaio con il Raduno al CV Torre del Lago Puccini. 
Anche quest’anno, la Vela in Versilia, grazie all’impegno e all’attenzione dei sodalizi uniti in un unico progetto comune, continua a puntare sui giovani ed è proprio per premiare il lavoro svolto in questi anni dalla Scuola Vela Mankin e dal Progetto VelaScuola che il Consiglio Federale ha assegnato l’organizzazione (25 agosto – 2 settembre) della Coppa Primavela e dei Campionati Nazionali Giovanili in singolo al Club Nautico Versilia, al Circolo Velico Torre del Lago Puccini, alla LNI Viareggio, alla Società Velica Viareggina e al Comitato Circoli Velici Versiliesi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE