bannermercury

“Mémoire des ports de Méditérranée”

Cesenatico e il Museo della Marineria si aggiudicano il “Grand Prix” del concorso internazionale “Mémoire des ports de Méditérranée”, indetto dalla Fédération du Patrimoine Maritime Méditerranéen di Marsiglia per le località che hanno saputo meglio preservare e valorizzare il patrimonio culturale e storico marittimo. Giovedì 21 novembre, a Marsiglia, la giuria internazionale del concorso “Mémoire des ports de Méditérranée” ha assegnato il “Grand Prix” alla città di Cesenatico e al suo Museo della Marineria, dichiarandolo vincitore nella rosa dei 15 finalisti rimasti dopo la selezione dei dossier di partecipazione giunti da numerosi porti del Mediterraneo. Secondo la Giuria, “il piccolo porto dell’Adriatico, Cesenatico”, ha avuto la meglio per la capacità di saputo valorizzare negli anni e con diverse realizzazioni tutte mirate al medesimo obiettivo il proprio patrimonio di cultura marittima. Insieme alla realtà del Museo della Marineria con le barche della Sezione Galleggiante, è stata molto apprezzata e ha pesato sulla decisione della giuria l’avere ad esempio riservato alle barche tradizionali un tratto di porto canale, la scuola di vela con le barche storiche, e le molte attività – come le mostre e i laboratori didattici con le scuole – che fanno del museo di Cesenatico una realtà viva e comunicativa ed una risorsa non solo sul piano culturale ma anche turistico. Da rimarcare anche la scelta significativa, da parte di un concorso promosso da una organizzazione d’oltralpe, di conferire il premio ad una città italiana. Prima di ricevere il primo premio, Cesenatico era stata insignita anche di uno dei riconoscimenti collaterali del concorso, quello assegnato dallo Yacht Club di Monaco per la migliore trasmissione del sapere in campo nautico. Il Direttore del Museo della Marineria Davide Gnola, che ha seguito da due anni a questa parte la partecipazione al concorso, ricorda che questo premio “giunge al termine di un anno nel quale Cesenatico grazie al museo ha consolidato la sua dimensione mediterranea ed europea come città ‘ambasciatrice’ della cultura marittima adriatica”, e ricorda a questo proposito la partecipazione al Festival de Loire a Orleans lo scorso sep tembre. Il Sindaco di Cesenatico Roberto Buda ha ringraziato gli organizzatori della Fédération du Patrimoine Maritime Méditerranéen e la Giuria per il riconoscimento ricevuto. “Siamo orgogliosi di questo premio – ha detto il Sindaco Buda – che va a tutti coloro che credono che la valorizzazione della propria storia e tradizione sia non solo una primaria responsabilità culturale e civile cui tenere fede, ma anche la chiave di una nuova visione del turismo, legato alla scoperta e all’incontro con l’anima più autentica della gente e dei luoghi. Se tra le varie località costiere del Mediterraneo, che possiedono una incredibile ricchezza storica e culturale e portano le tracce di un millenario rapporto con il mare, si guarda a Cesenatico come ad un esempio da seguire, si tratta non solo di un grande riconoscimento ma anche di una responsabilità importante per il futuro per la quale ci impegneremo.” Il concorso “Mémoire des ports de Méditérranée” è stato indetto quasi due anni fa all’interno delle manifestazioni per Marsiglia capitale europea della cultura 2013, allo scopo di riconoscere e “mettere in rete” i porti del Mediterraneo che hanno saputo meglio salvaguardare e valorizzare, sia in senso culturale che turistico, il patrimonio culturale e storico marittimo. L’idea di fondo del concorso è che il Mediterraneo, un mare le cui rive sono condivise da 23 stati, popolato da 400 milioni di abitanti, con almeno 600 porti storici di rilievo, è una realtà eccezionale che testimonia nella differenza dei popoli, dei periodi storici testimoniati, delle culture, una grande ricchezza ed unità culturale. Sapere mantenere integro e valorizzare il patrimonio di cultura marittima anche in chiave turistica è la sfida che attende oggi le località costiere. I candidati al concorso “Mémoire des ports de Méditérranée” dovevano presentare un dossier nel quale “raccontare” il proprio porto e mettere in evidenza le azioni svolte e i risultati raggiunti. Dopo una prima selezione dei dossier, era stata ammessa alla valutazione finale una rosa di 15 porti: le isole Kerkennah in Tunisia; Hyères, La Ciotat, La Seyne sur mer, Marsiglia, Nizza, Palavas, Villefranche in Francia; Rovigno in Croazia; Chioggia, Piano di Sorrento, La Spezia e Cesenatico in Italia. Alcune località, tra cui Cesenatico, sono state anche prescelte per la mostra “Mémoire des ports de Méditérranée” che si sta dipanando dalla scorsa estate tra Marsiglia e altre località della costa francese, e il cui manifesto reca proprio le vele delle barche del Museo della Marineria di Cesenatico, le cui attività si svolgono grazie al sostegno di Gesturist S.p.A.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.