Primo Cup – Trophee Credit Suisse

1-2-3-4 e 9-10-11 Febbraio 2007  Quattro giorni di brezza perfetta E’ con una bella brezza d’est assai muscolosa, che viene archiviato questo primo week-end monegasco che ha radunato alcuni tra i migliori regatanti di 13 nazionalità ripartiti in 5 classi: Dragoni, Star, Laser SB3, J24 e Surprise. Una grandissima parte della scala Beaufort è stata passata in rivista nel corso di questi quattro giorni, offrendo ai 122 equipaggi iscritti la possibilità di sfoderare il loro talento in tutte le condizioni di tempo. Questa prima parte della Primo Cup – Trophée Credit Suisse costituisce una prova di riferimento, tanto per la qualità e l’elevato livello della competizione, quanto per le condizioni meteo riscontrate a Monaco nel cuore dell’inverno e per la conseguente dotazione d’abbigliamento messa a disposizione da SLAM. Senza offrire spunti e anticipazioni su come si svolgeranno le prove programmate per il prossimo week-end, che raduneranno i Melges 24, Bénéteau 25, Mumm 30, First 40.7, Smeralda 888 e H22, è certo che questa 23^ edizione entrerà a far parte degli annali, d’accordo anche con i concorrenti presenti questo fine sep timana a Monaco. La stabilità in direzione del vento ha permesso al comitato di corsa di incatenare le partenze senza ritardi sul ruolino di marcia e senza spostare le boe e proporre percorsi e distanze variabili in funzione delle condizioni. Otto manches in totale si sono potute disputare in occasione di quest’edizione programmata per la prima volta su quattro giorni per i Dragoni e i Laser SB3. In ciascuna classe, i tre gradini del podio sono stati occupati da regatanti la cui reputazione li precede e tra i quali alcuni habitués dei podi mondiali e olimpici come il due volte medaglia olimpica Ulli Libor, secondo nei Dragoni, lo svizzero Philippe Durr, secondo nei Surprise o il campione d’Irlanda Michael Cotter, vincitore nei Dragoni. Nella Star, Régis Bérenguier ha finito secondo dietro l’ucraino Gureyev che ha fatto capire di poter dominare facilmente sin dall’inizio in questa classe prestigiosa. Nei Laser SB3, Xavier Leclair sul Marçon Yachting è salito sul terzo gradino e nei J24, è l’imbarcazione monegasca di Blandine Médecin, timonata dai fratelli Rodelato a imporsi. La Primo Cup-Trophée Credit Suisse, seconda parte, riprenderà da venerdì 9 Febbraio e promette d’essere altrettanto appassionante. Numerose le stelle attese: Dimitri Deruelle, Jimmy Pahun, l’italiano Nicola Celon, campione del mondo in carica dei Melges, oltre che il neozelandese Hamish Pepper, campione del mondo dei Farr 40 2005, a bord del Mumm 30 italiano Matrix. Da notare anche la presenza di numerosi equipaggi stranieri, provenienti dagli Stati Uniti, dalla Spagna (Bribon le Bénéteau 25), dalla Russia o dalla Croazia. Ritornando allo svolgimento di questo primo atto: La giornata di giovedì ha offerto delle condizioni idilliache ai concorrenti venuti dalle regioni sep tentrionali. E’ sotto un gran sole e a venti stabili a 10 nodi che si sono svolte le prime manche che radunavano i Laser SB3 e i Dragoni, che hanno permesso ad alcuni regatanti di prendere le misure e, ad altri, di approfittare per il loro primo bagno di sole dell’anno prima dell’inizio della procedura di partenza. Queste due prime manche hanno dimostrato chiaramente che il livello delle due classi è stato particolarmente elevato e che la gerarchia poteva essere messa in discussione ad ogni boa. Star, Surprise e J24 hanno fatto conoscenza con lo specchio d’acqua venerdì in condizioni un po’ più variabili, privilegiando così le tattiche ai nervi d’acciaio e alle regolazioni da perfezionisti. I Dragoni e i Laser SB3 hanno disputato due manche il venerdì, le Star, Surprise e J24 ne hanno disputata solo una. La giornata seguente ha permesso loro di soddisfare la sep e di regata, a volte oltre le stesse previsioni e speranze, e le classifiche provvisorie dopo i due primi giorni hanno dato un’idea assai chiara sulle forze in campo, in maniera particolare nei Dragoni e nelle Star. Il presidente del comitato di corsa, Thierry Leret, ha trovato venerdì le condizioni ideali per soddisfare i suoi di appetiti di regata. I venti sempre orientati verso Sud-Ovest si sono levati discretamente, permettendo di dare il via con 7 nodi di vento, su di un mare piatto favorendo gli appassionati dello scarroccio. Le ore seguenti si presentavano particolarmente allettanti, con le Star e i J24 che hanno incatenato cinque manche, i Dragoni, i Laser e i Surprise che ne hanno corse quattro. Questa giornata ha permesso di mettere in mostra le qualità di costanza e regolarità, caratteristiche determinanti per figurare sul podio domenica sera. La ciliegina sulla torta, per gli amanti della brezza muscolosa, è giunta questa mattina, con l’arrivo di un flusso da Est che ha raggiunto i 20 nodi alzando un mare a volte con onde di un metro. I materiali sono stati messi a dura prova, qualche equipaggio in Laser ha anche fatto il suo primo bagno forzato dell’anno, e altri hanno dovuto addirittura rinunciare. Lo spettacolo è stato molto bello, alcune manovre con lo spi sono state poco raccomandabili, ma i Laser hanno potuto dimostrare in lungo e in largo tutto il loro potenziale e gli equipaggi delle Star di sbizzarrirsi in manovre senza freni. Classifica generale finale: Dragoni (26 iscritti) – 10 manches corse – 8 valide 1 Whisper (Michael Cotter) 26 pts IRL 2 Gaudium (Ulli Libor) 27 pts SUI 3 Justine (Jesper Bendix) 34 pts DEN                Laser SB3 (26 iscritti) – 10 manches corse – 8 valide 1 Flash (Colin Galavan) 33 pts IRL 2 Risk Premium (Mark Rushall) 38 pts GBR 3 Marçon Yachting (Xavier Leclair) 43 pts FRA (Martigues) Surprise (37 iscritti) – 8 manches corse – 6 valide 1 Sky Sweeper (Olivier Legeret) 19 pts SUI 2 Fou du Vent (Philippe Durr) 27 pts SUI 3 St Jacques (Alain Marchand) 29 pts SUI J24 (18 iscritti) – 8 manches corse – 6 valide 1 Topo Too (Blandine Medecin)   8 pts MON 2 J Di Quadri (Claudio Buiatti) 12 pts ITA 3 Quick Step (Rydlöf Hahan) 16 pts             USA Star (15 iscritti) – 8 manches corse – 6 valide 1 Arctur (Vasil Gureyev)    8 pts UKR 2 Etoile de Mai II (Régis Bérenguier) 14 pts FRA (Hyères) 3 Dr Evil (Graham Bailey)  17 pts GBR

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.